Mia madre è un albero

Fin dal primo istante di consapevolezza del mio esistere, mia madre ha iniziato a mettere radici nel mio corpo. Un legame esclusivo, protetto e tutelato. Una presenza costante, sempre, fin dai primi passi incerti di questa relazione a due, che ha caratterizzato la costruzione di me stessa e mi ha definito in maniera imprescindibile. Costantemente in fuga, io, alla ricerca di quella luce con la quale potevo bruciarmi la pelle. Perennemente in protezione, lei, nel tentativo di offrirmi con le sue fronde materne, quell’ombra, quel riparo che mi avrebbe tenuto al sicuro. O forse no? “Mia madre è un albero” è l’inizio di un’indagine emotiva sul nodo che mi lega alla figura di ia madre, attraverso elementi simbolici come l’acqua, la terra e l’albero, che ripercorrono la storia del nostro legame, dalla gravidanza, fino all’età adulta.